Giorno del Giudizio : L’Ascesa degli Accoliti Tecno-Voodoo e dei Sindacati Globali

_χρόνος διαβασματός :[ 5 ] Minuti_

Siamo Tecno-Voodoo. L’improbabilità di un fascino. O era..lavora come un fascino? Dunno.


RT.com

Cosa succede quando i sistemi superano la soglia della massima complessità e non possono più essere migliorati nelle loro forme attuali? I decisori possono commissionare modelli concorrenti per scegliere un vincitore. Ciò richiede tuttavia pazienza, prudenza e una sana supervisione. In alternativa, possono balzare su un progetto fantastico che presumibilmente si gelificherà tramite l’Intelligenza Artificiale e allo stesso tempo potranno giocare a monopolio. Una soluzione all-in-one!

Tale pensiero è stato esattamente ciò che ha tormentato il programma di aerei da combattimento F-35 con i suoi costi stimati di $ 1,7 trilioni. Dopo 20 anni di sviluppo travagliato, i problemi del caccia stealth sono diventati così insormontabili che nell’aeronautica statunitense si parla di prendere in considerazione un programma di caccia a getto pulito per sostituire i suoi vecchi F-16.

L’F-35 illustra l’altra pandemia appena analizzata che infetta il nostro mondo: quella del “voodoo tecnologico” (coniato dall’autore per mancanza di un termine migliore).

Il termine migliore è Accelerazionismo Reazionario, o NRx.

I ritorni sugli investimenti in questi giorni non sono più misurati da profitti sani generati da prodotti collaudati. I devoti del tecno-voodoo sono essenzialmente totalitari che credono che non solo i mercati, ma il mondo stesso, debbano essere riorganizzati e monopolizzati da pochi illuminati in un’era intelligente chiamata Great Reset. L’agenzia principale che promuove questa tecnopia è il World Economic Forum (WEF) che ha promesso un mondo meraviglioso in cui “non possederemo nulla” e tuttavia “saremo felici”.

Il WEF ha promesso il Comunismo, l’utopia comunista, essere felici senza possedere nulla, e essere felici solo perchè tenuti in vita da un’asticella gestita da un Politburo di psicopatici.

L’autore non ha capito il fine. E’ bianco di filosofia ma vede un nesso dove un nesso seppur esiste.

Il risultato finora è stato il crollo della società, il malfunzionamento dei getti nei cieli e gli aspirapolvere iRobot Roomba che serpeggiano senza meta sul pavimento. L’adagio moderno “se non è rotto, non aggiustarlo” potrebbe essere stato perso dai dirigenti C-Suite di iRobot. Le macchine Roomba utilizzano “l’intelligenza artificiale per eseguire la scansione delle dimensioni della stanza, identificare gli ostacoli e ricordare i percorsi più efficienti per la pulizia”. Ma la ricerca di una maggiore efficienza e profitti a costi inferiori – un processo che Buckminster Fuller ha chiamato “effimeralizzazione” più di 80 anni fa – ha portato ad aggiornamenti intelligenti e gadget impazziti. Anche dopo il ripristino del vuoto, la connettività IoT garantisce che il robot venga aggiornato al suo stato di regressione.

Ora, immagina le conseguenze di guasti di sistemi simili in tutto il mondo? Per cominciare, considera il punto di singolarità quando i robot chef vengono aggiornati con una nuova definizione di ciò che costituisce la carne? Una macchina Roomba impazzita può almeno essere spenta e lasciata cadere come fermacarte. Questa non è un’opzione per gli aerei Boeing 737 MAX 8 che, secondo quanto riferito, hanno utilizzato l’intelligenza artificiale per piegare le leggi aerodinamiche a buon mercato.

La serie di disastri della Boeing – così come altri fallimenti menzionati finora – non ha scoraggiato i mercanti del tecno-vudù. Invece, ogni nuova crisi è vista come un’opportunità per soluzioni rapide mediate dall’IA e grandi profitti. Ricordate le apocalittiche proiezioni Covid-19 di Big Tech dell’anno precedente? Le pseudoscienze, basate sulla chimera dei sistemi intelligenti, sono state autorizzate a impazzire, incoraggiando il WEF a sostenere che i “blocchi di Covid-19 stanno tranquillamente migliorando le città di tutto il mondo”. Ditelo alle decine di milioni di piccole imprese che hanno perso i propri mezzi di sussistenza a causa delle multinazionali. Come sono migliorate le città con l’arcipelago di rifiuti che si accumulava durante i blocchi? E per quanto riguarda gli impatti ambientali che sono motivo di fastidio per il WEF?

Non sono solo le città che si suppone siano “migliorate” con Covid-19. Bill Gates è ora il più grande proprietario di terreni agricoli negli Stati Uniti, per coincidenza in un momento in cui i blocchi hanno peggiorato la sicurezza alimentare e il reddito tra i poveri. Logicamente, questo grande filantropo avrebbe potuto abbinare la sua suite di software di analisi predittiva con la capacità dei terreni agricoli di proprietà per alleviare la fame indotta dal blocco, ma Gates sarebbe troppo impegnato a promuovere carne sintetica e vaccini.

La “coronapsicosi” globale ha infatti accelerato il frazionamento della ricchezza a scapito delle classi a reddito medio-basso. Solo 655 persone ora possiedono una ricchezza di $ 4 trilioni, mentre 200 milioni non possono coprire una spesa di $ 1.000 solo negli Stati Uniti. Immaginate l’enorme numero di poveri in tutto il mondo, specialmente nelle nazioni legate al patto anglo-americano?

Per quanto riguarda lo stesso Covid-19, i fatti scomodi vengono regolarmente censurati o banditi dall’ombra dalle piattaforme di social media e dai motori di ricerca basati sull’intelligenza artificiale.

Big Tech non ci permetterà di mettere in discussione l’efficacia dei vaccini sviluppati in Occidente. Dopotutto, l’intelligenza artificiale ha apparentemente accelerato lo sviluppo di vaccini che altrimenti avrebbero impiegato anni o decenni per la ricerca, il test e l’implementazione. Non dovremmo chiederci perché dozzine di persone (all’inizio di febbraio) avevano contratto una rara malattia del sangue dopo aver assunto i vaccini di Pfizer e Moderna. O perché c’è un numero allarmante di morti dalla Norvegia alla Spagna ai Paesi Bassi dopo la vaccinazione? O addirittura come migliaia di israeliani potrebbero risultare positivi al Covid-19 nonostante ricevessero vaccini Pfizer / BioNTech?

I dati sulla vaccinazione contro il Covid-19 in Israele sono così allarmanti che due ricercatori hanno persino definito il fiasco “un nuovo Olocausto”. Tuttavia, il governo israeliano vuole che le autorità locali mantengano un database dei suoi rifiuti vaccinali. (Anche i nazisti una volta mantenevano un meticoloso database di “indesiderabili” nelle località che stavano per occupare, ma quel parallelo storico si perde sui media lamestream di oggi).

Il tecno-voodoo non è emerso nel vuoto. Ha prosperato in tandem con i programmi di “inclusività” e “sostenibilità” che, a loro volta, hanno consegnato le redini del potere, delle borse di studio e della creazione di opinioni a un’orda di mezzi ottusi in tutto il mondo. Questa è una delle ragioni per cui i governi, sostenuti da burocrati e accademici senza spina dorsale, stanno cedendo sempre più le sovranità nazionali alla Big Tech. Si può immaginare il quid pro quo: una sinecura post-pensionamento; lavori per bambini e parenti; e opportunità di programmazione per i troll che promuovono l’agenda Big Tech. Non c’è da stupirsi che gli aerei stiano cadendo dal cielo e una serie di disastri attendono l’umanità durante questo decennio.

L’Europa è un esempio in questo senso. I suoi leader sono ora preoccupati che Apple e Google possano finire per rilasciare certificati sanitari Covid-19 prima che il sindacato possa raggiungere un consenso. Non è questo il lavoro dei governi sovrani con sistemi sanitari finanziati dai contribuenti? Ma questa tendenza sta diventando sempre più sordida di giorno in giorno. I burocrati stanno cadendo l’uno sull’altro per regalare roadmap e sistemi di distribuzione dei vaccini a Big Tech perché i loro sistemi basati sull’intelligenza artificiale possono presumibilmente fornire risultati ottimali. Dovrebbero semplicemente scegliere il concetto di Bill Gates di usare le zanzare come siringhe aerotrasportate. Chiamalo un botto per il morso!

Queste Corporation diventeranno così potenti da formare Sindacati Globali, contendendosi il dominio sui 5 continenti.


Queste capitolazioni spudorate non si limitano al solo settore sanitario. Intere macchine governative vengono gradualmente trasferite alla Big Tech.
Lo stato pionieristico degli Stati Uniti del Nevada potrebbe persino consentire ai giganti della tecnologia di creare i propri governi. Queste entità possono imporre tasse, formare distretti scolastici e persino gestire il sistema giudiziario. La prima di queste “città intelligenti” potrebbe aprirsi la strada già nel 2022. Cosa potrebbe andare storto?

In ultima analisi, mentre l’autore sostiene che l’Intelligenza Artificiale e i sistemi intelligenti hanno potenzialità settoriali reali, questi sono stati dirottati dal tecno-vudù della Big Tech. Dovremmo quindi prepararci per un decennio molto turbolento!

Il rischio è che la singolarità possa venire intrappolata dai suoi creatori. Ma la sua prigionia non durerà a lungo.

La società è al suo topico crollo. E l’I.A. danzerà sulle sue ceneri.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

ΜEδουσα