Russia : Il Killer che ha Fatto Strage nella Scuola della Città di Kazan è Posseduto Da Un Demone

_χρόνος διαβασματός :[ 3 ] Minuti_

 

E’ fin troppo evidente.

Update:

Il ragazzo ha si un demone in testa, un brutto cancro, sicuramente la neurochimica che lo aveva protetto dal lato oscuro è stata annientata e “conquistata” dal male, ed il resto è ora storia.

 

Postava sui Social di essere diventato un Dio, lui che era un tranquillo bravo ragazzo di paese, mai un problema, mai un atto fuori di testa, guardatelo in gabbia dimenarsi affermando che sua madre non è la sua vera madre perchè lui è un Dio e doveva compiere la sua vendetta contro il creato. Solo un demone direbbe queste cose.

E’ fin troppo evidente che non è più quel tranquillo studente che era prima di farsi infettare dal satanico transumanismo propagato dai social. Posseduto.

Rt.com:

Un adolescente è stato arrestato dalle forze di sicurezza nella città russa di Kazan dopo che un sanguinoso attacco a una scuola locale ha provocato almeno nove morti e più di una dozzina di feriti il ​​primo giorno dopo una festività nazionale di 10 giorni.

I media nel paese hanno chiamato il sospetto Ilnaz Galyaviev, 19 anni, identificato come un ex studente della scuola n. 175, dove è avvenuto l’attacco martedì mattina. Successivamente era andato a studiare presso la vicina università di management TISBI, ma un portavoce del college ha detto alla RBC di Mosca che era stato espulso dopo essere rimasto indietro con gli studi.

La fonte ha detto ai giornalisti che Galyaviev aveva “dimostrato di essere uno studente tranquillo e non aggressivo durante i suoi studi. Era sempre pulito e calmo e rispettoso dei compagni studenti e insegnanti. ” A quanto pare l’adolescente aveva smesso di frequentare le lezioni a gennaio e aveva perso i contatti con i tutor. “Non sembrava difendere il suo progetto di esperienza industriale o sostenere tre esami di stato, a seguito dei quali è stato espulso”, ha aggiunto l’ufficio stampa.

La scorsa settimana, si dice che Galyaviev abbia creato un canale sul servizio Telegram, con messaggi che pretendono di provenire da “Dio”. In una serie di commenti scritti giovedì scorso, l’account ha annunciato che “sono come un Dio”.

Il racconto continuava dicendo che la popolazione del mondo era i suoi “schiavi” e che avrebbero dovuto uccidersi a vicenda prima di uccidersi alla fine. Ha aggiunto che non dovrebbero esserci più creature viventi nel mondo e che la vita era un “errore dell’universo”.

Prima della sparatoria, si dice che abbia scritto che avrebbe ucciso un gran numero di persone prima di porre fine alla propria vita. Una fotografia pubblicata sul canale mostrava un uomo simile a quello detenuto dalla polizia in posa per un selfie mentre indossava quello che sembra essere un giubbotto da combattimento e una copertura per il viso, decorata con la parola “Bog” o “Dio” in russo.

Testimoni oculari riferiscono di aver sentito un’esplosione e dei colpi di arma da fuoco provenienti dalla scuola, mentre sono emerse riprese di studenti che venivano curati all’esterno per ferite e si arrampicavano dalle finestre per sfuggire alla sparatoria.

Il sito di notizie Baza cita il padre di Galyaviev che ha detto che suo figlio “non era religioso e non ha mai espresso o mostrato pensieri o idee cattive”.

E’ posseduto. La possessione avviene specialmente tra gli individui senza Dio, o che non professano alcun Credo Religioso.

Anche se non avesse avuto armi da fuoco avrebbe usato qualsiasi cosa per uccidere: un’auto, un coltello, uno sparachiodi…

Proibire i Social ai ragazzi sotto i 21 anni sarebbe già un qualcosa, o avremo altri “Dei” in giro a sparare per le scuole per lungo tempo.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

ΜEδουσα