NWO : I Social sono Parte Integrante dell’Agenda sul Controllo Globale, Presidente Nigeriano Censurato da Twitter

_χρόνος διαβασματός :[ 3 ] Minuti_

 

Personalmente li uso solo per questioni tecniche, ma qualunque cosa Io faccia o non faccia con i social il punto è che sono Io ad usarli e non l’opposto.

Noi creiamo contenuti, non i Social e non per i Social. Quanti di voi possono dire lo stesso?

Comunque, il punto è che dall’esercizio della libertà di stampa e di parola siamo passati al loro controllo da parte di queste piattaforme tecnologiche che si definiscono “Social” , ma sono in realtà Piattaforme Politiche Marxiste.

Non sei libero di affermare che il male non trionferà se questo “male” collide con le politiche mafiose marxiste dei social.

Ricordiamo, ancora una volta, che oggi i Marxisti sono diventati gli ultimi baluardi in difesa del Capitalismo.

La concezione marxista-capitalista fa ridere tanti di questi porci da soma che popolano il porcile facebook in massa, meno quando tramutiamo l’espressione in mafia marxista. Ma se avete studiato e siete obiettivi non potete non darci ragione.

Gli avidi capitalisti oggi fomentano le politiche marxiste in tutto il globo, da qui la concezione di “Globalismo”, la fine delle sovranità nazionali, e l’avvento di un Nuovo Ordine Mondiale.

Adesso anche il Presidente Muhammadu Buhari viene censurato per aver solo cercato di impedire una grande guerra civile e non veder finire nel baratro la sua Nazione e il suo popolo.

AFP:

Twitter mercoledì ha cancellato un commento sull’account del presidente nigeriano Muhammadu Buhari per aver violato le sue regole, dopo aver fatto riferimento alla guerra civile del paese nel contesto dei recenti disordini.

Buhari, un ex generale, ha rilasciato una dichiarazione martedì riferendosi alle recenti violenze nel sud-est, dove i funzionari hanno accusato i separatisti di attacchi alla polizia e agli uffici elettorali.

Mezzo secolo fa, un milione di persone sono morte durante una guerra civile durata 30 mesi dopo che i generali separatisti hanno dichiarato una regione indipendente per il popolo Igbo nel sud-est della Nigeria.

Molti di quelli che si comportano male oggi sono troppo giovani per essere consapevoli della distruzione e della perdita di vite avvenute durante la guerra civile nigeriana“, ha affermato il suo tweet. “Quelli di noi nei campi per 30 mesi, che hanno attraversato la guerra, li tratteranno nella lingua che capiscono”.

Twitter ha rimosso l’osservazione, rilevando che aveva violato le sue regole.

Un’osservazione simile era ancora sull’account Twitter ufficiale della presidenza nigeriana.

Il ministro dell’Informazione di Buhari, Lai Mohammed, ha risposto dicendo che mentre Twitter aveva le sue regole, il presidente aveva il diritto di commentare la situazione in Nigeria.

Ha accusato Twitter di aver ignorato i messaggi di Nnamdi Kanu, leader del fuorilegge Popolo Indigeno del Biafra, o gruppo separatista IPOB, che secondo lui promuoveva la violenza.

Mohammed ha anche fatto riferimento alla chiamata del CEO di Twitter Jack Dorsey l’anno scorso per donazioni di bitcoin alle proteste #EndSARS dello scorso anno in Nigeria contro la brutalità della polizia.

“Abbiamo un paese da governare e lo faremo al meglio delle nostre capacità”, ha detto Mohammed ai giornalisti. “La missione Twitter in Nigeria che cita questi due esempi è molto sospetta. Qual è la loro agenda?”

Perchè vuole essere Twitter a decidere le politiche delle nazioni che usano il proprio servizio per forme di comunicazioni istituzionali, ma anche, e non di meno, scientifiche, accademiche, e perchè no, economiche.

Comunque voglio fare una lode ai Social.

Senza i Social non avrei mai scoperto il livello di cultura dei miei simili, una grandissima delusione, non avrei mai scoperto che la stragrande maggioranza delle popolazioni occidentali sono formate da individui senza una vera cultura, senza carità verso loro stessi e il genere umano in generale così.

Prendete queste masse che pubblicano le foto delle loro vite, dettagli, le loro stupidaggini, quotazioni e aforismi di continuo, come se non potessimo leggerceli su un sito dedicato o su un libro, o commentare le volgarità da peep-show televisive, e fanno questo perchè non hanno altro da dire, e/o fare.

Controllare queste masse per fare questo e/o fare quello per le finissime menti che stanno dietro agli schermi nelle sale di comando è un grande gioco da ragazzi.

Un mondo umiliato e sottomesso volontariamente,

o la più grande circonvenzione di incapaci nell’intera Storia del genere umano?

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

ΜEδουσα